Case cantoniere Anas in gestione

case cantoniere bando gestione

 

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 del 15/07/2016 del bando di gara denominato “Concessione della gestione e valorizzazione di trenta Case Cantoniere” Anas ha deciso di mettere disposizione le case cantoniere di sua proprietà con un bellissimo bando che mira alla valorizzazione del territorio.

Dopo uno stallo di diversi anni si è finalmente deciso di dare nuova vita alle famose “case rosse” presenti in molte delle nostre città, convertendo gli stabili in strutture ricettive, punti vendita di prodotti locali e tourist information.

Vediamo ora dove si trovano le prime 30 case cantoniere oggetto del bando, i requisiti per partecipare e come presentare la domanda.

Dove si trovano le case cantoniere?

Le prime 30 case oggetto di riqualificazione si trovano in Valle d’Aosta, Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Puglia.

Elenco completo qui –> http://www.casecantoniere.it/mappa-case-cantoniere/

Come funziona il bando?

Le case cantoniere rimarranno di proprietà di Anas che si impegnerà però a ristrutturarle completamente per far sì che possano diventare strutture ricettive concedendole in gestione per 10 anni a chi presenta un progetto d’impresa strutturato e credibile oltre che provvedere al pagamento di un canone annuale da versare alla società autostradale con base d’asta a tre scaglioni: 18.360€; 20.400€; 22.440€.

A chi è rivolto?

Non vi sono particolari limitazioni sulla forma giuridica, sono ammessi a partecipare alla gara tutti i soggetti di cui all’art.45 del D.Lgs. 50/2016:

a) gli imprenditori individuali, anche artigiani, e le società, anche cooperative;

b) i consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro;

c) i consorzi stabili, costituiti anche in forma di società consortili, tra imprenditori individuali, anche artigiani, società commerciali, società cooperative di produzione e lavoro;

d) i raggruppamenti temporanei di concorrenti;

e) i consorzi ordinari di concorrenti;

f) le aggregazioni tra le imprese aderenti al contratto di rete;

g) i soggetti che abbiano stipulato il contratto di gruppo europeo di interesse economico (GEIE);

Sono richieste però specifiche capacità economiche e finanziarie (fatturato annuo non inferiore al valore della concessione, che va da un minimo di 85.702 euro per una delle due case cantoniere a La Thuile ai 223.560 di una delle due a Berceto) oltre che capacità professionali e tecniche (tre anni di esperienza nel settore turistico-ricreativo).

Criteri di aggiudicazione?

Criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo nei termini dei criteri sotto-enunciati:

A.  Prezzo fino a 30 punti
B.  Componente qualitativa fino a 70 punti

Il punteggio totale massimo ottenibile è quindi pari a 100 e sarà pari alla somma dei punteggi attribuiti alle componenti A e B.

Come presentare la domanda?

Sul Portale Acquisti di Anas – https://acquisti.stradeanas.it – è presente tutta la documentazione richiesta per la presentazione della domanda che dovrà essere effettuata in forma telematica.

Le offerte dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12:00 del 31/10/2016

Video di presentazione iniziativa

Purtroppo, data la mia natura tecnica, divago sempre e subito in tecnicismi dimenticandomi di far capire che oltre all’interessante ritorno sull’investimento di un’iniziativa di questo tipo ci sono anche dei risvolti “romantici” dati dalla valorizzazione del territorio e dal riutilizzo di strutture che altrimenti giacerebbero in stato fatiscente ai cigli della strada.

Per sopperire al problema detto pocanzi vi allego due brevissimi filmati che spiegano con parole chiare e semplici il valore dell’iniziativa

Le case cantoniere Anas – nasce una nuova forma di accoglienza

Case cantoniere: viaggiare, fermarsi, riscoprire

Tre buoni motivi per presentare un progetto

  1. L’enorme visibilità che ha il progetto e la notorietà delle case cantoniere semplificheranno drasticamente le campagne di marketing, avendo già un brand costruito e dovendo investire solo nella comunicazione dello stesso e non nella creazione ex-novo;
  2. Il forte inserimento nel tessuto economico locale con la possibilità di partnership strategiche con i principali produttori agroalimentari della zona che vedranno nella casa cantoniera una vetrina importante per valorizzare i propri prodotti;
  3. La posizione comoda e accessibile alle principali arterie stradali.

Posso esserti utile?

Sono disponibile nel supportare gli imprenditori interessati nella fase di progettazione e nella presentazione del bando, in particolar modo in riferimento ai tre lotti presenti sul Lago di Garda: Casa Cantoniera Salò (lotto 19) Casa Cantoniera Toscolano Maderno (lotto 20) Casa Cantoniera Limone sul Garda (lotto 21);

Non siete ancora convinti?

Guardate il concept realizzato a Salò –> http://www.casecantoniere.it/il-concept/prototipo-casa-cantoniera-salo/

Condividete l’articolo se l’avete trovate interessante e se non l’avete fatto iscrivetevi alla newsletter per ricevere i miei articoli direttamente sulla vostra email oltre che gli inviti esclusivi agli eventi formativi gratuiti che teniamo periodicamente.

Per informazioni info@imperaconsulting.it o al numero +39 04251666332

Emanuele Giacomella on GoogleEmanuele Giacomella on LinkedinEmanuele Giacomella on Twitter
Emanuele Giacomella
Management Consultant
Dal 2008 mi dedico alle startup, sia innovative che tradizionali.
In quell'anno il mio primo progetto relativo al carsharing elettrico fu un flop pazzesco ma durante gli anni ho affinato le tecniche e al termine della laurea magistrale un progetto sulla realtà aumentata applicata al settore turistico mi ha dato grandi soddisfazioni, tanto che l'ho messo nero su bianco nella mia tesi.
Da allora ne ho sviluppate diverse e nei settori più disparati, dalle caffetterie fino alla "morte digitale", riportando successi clamorosi e fallimenti dolorosi.
Quello che ho imparato, in termini di business planning, marketing, management organizzativo e finanziamenti agevolati, durante questo breve cammino, lo utilizzo per aiutare aspiranti startupper e gli imprenditori che ragionano come tali.

Lascia un commento