Come ridurre i costi aziendali

riduzione costi aziendali

Nell’ottica delle PMI e degli studi professionali uno dei problemi che risultano di maggior rilievo sono i costi aziendali legati alla gestione.

In un contesto di pianificazione attenta dei costi tutto parte da una accurata e precisa analisi della contabilità aziendale per andare a scoprire dove e come emergono i costi e quali incidono in maniera maggiore sull’attività.

Tendenzialmente dopo l’analisi emergono sempre dei conti che hanno un costo spropositato rispetto alle reale utilità all’interno dell’attività.

Ora l’esperienza ci dice che tendenzialmente, in piccole realtà, possono esserci tre macro casi:

  1. Si presta poca attenzione a dove vengono spesi i propri soldi, spesso perchè nelle PMI l’imprenditore è più orientato a come e dove vengono generati i ricavi, dimenticando che l’utile è dato dalla differenza tra costi e ricavi;
  2. Spesa eccessiva in risorse umane interne e in consulenze esterne prive di un ritorno economico effettivo;
  3. L’azienda o lo studio hanno una gestione “vecchio stampo”.

Fortunatamente ci sono anche tre soluzioni:

  1. Rilevare un costo standard per il tipo di attività e valutare gli scostamenti con i valori riportati in bilancio. Valutare i finanziamenti e i mutui in corso per valutare la sostenibilità, oltre che la correttezza del tasso applicato. Trattare e ritrattare con i fornitori per ottenere condizioni migliori;
  2. Ottimizzazione dei ruoli e delle mansioni del personale interno, verifica dei benefit assegnati e valutazioni di insourcing/outsourcing delle attività aziendali.
  3. Introdurre gradualmente software gestionali che permettano di ottimizzare costi e tempistiche. Rimpiazzare i vecchi modelli di advertising con nuovi modelli che hanno un ROI più performante e un costo decisamente inferiore.

Nella prassi ordinaria svolgere questo tipo di attività ci permette di risparmiare notevolmente e quindi di aumentare l’utile nel breve periodo, oltre ai molteplici vantaggi gestionali nel medio lungo termine.

Ovviamente questo è solo un assaggio che ha l’obbiettivo di farvi riflettere, ogni singolo punto meriterebbe una trattazione approfondita, cosa che succederà nei prossimi articoli in cui, dati alla mano, esporrò quanto si può risparmiare con una gestione accurata.

 

Emanuele Giacomella on GoogleEmanuele Giacomella on LinkedinEmanuele Giacomella on Twitter
Emanuele Giacomella
Management Consultant
Dal 2008 mi dedico alle startup, sia innovative che tradizionali.
In quell'anno il mio primo progetto relativo al carsharing elettrico fu un flop pazzesco ma durante gli anni ho affinato le tecniche e al termine della laurea magistrale un progetto sulla realtà aumentata applicata al settore turistico mi ha dato grandi soddisfazioni, tanto che l'ho messo nero su bianco nella mia tesi.
Da allora ne ho sviluppate diverse e nei settori più disparati, dalle caffetterie fino alla "morte digitale", riportando successi clamorosi e fallimenti dolorosi.
Quello che ho imparato, in termini di business planning, marketing, management organizzativo e finanziamenti agevolati, durante questo breve cammino, lo utilizzo per aiutare aspiranti startupper e gli imprenditori che ragionano come tali.

Lascia un commento