Strategia Vs. Tattica

strategia-vs-tattica

Probabilmente all’interno dei corridoi della vostra azienda avrete sentito strani personaggi parlare di strategia e di tattica. Questi termini sono estremamente comuni, spesso buttati in modo casuale all’interno di articoli on-line o report in ufficio e sono generalmente confusi tra di loro. Così, oggi, siamo qui per mettere le cose in chiaro sulla differenza tra tattica e strategia.

In breve la strategia descrive dove vogliamo andare e come ci vogliamo arrivare e le tattiche descrivono le azioni specifiche che prenderemo lungo la strada. Qui di seguito espongo le principali differenze e le somiglianze tra i due termini e spiego rapidamente come è possibile monitorare lo stato di avanzamento di ciascuna.

Strategia Vs Tattica

Circa 2.500 anni fa, uno stratega militare cinese chiamato Sun Tzu ha scritto “L’arte della guerra” (libro immancabile in ogni libreria che si rispetti, se non l’avete vi invito ad andare seduta stante su Amazon, 5 euro e 3 giorni per leggerlo). Una citazione famosa del libro è:

“La strategia senza tattica è la strada più lenta alla vittoria. La tattica senza strategia è il rumore che precede la sconfitta”

Tattica e strategia non sono in contrasto l’un l’altra: sono nella stessa squadra. (E a quanto pare lo sono da almeno un paio di millenni)

  • La strategia definisce i vostri obiettivi a lungo termine e cosa si sta progettando per realizzarli. In altre parole la vostra strategia vi dà il percorso necessario verso il raggiungimento della mission aziendale. Avete una mission vero?
  • La tattica è molto più concreta ed è spesso orientata verso piccoli passi e tempi più brevi. Riguarda le best practices, piani specifici, utilizzo delle risorse, ecc. Sono quelle che vengono chiamate volgarmente “iniziative“.

Vediamo tre punti e alcuni esempi che vi possono aiutare a distinguere i due termini:

  1. La strategia è più concreta e di lungo termine, ma le vostre tattiche possono determinare quanto successo avrà la vostra strategia. Se la vostra strategia di marketing è quello di migliorare la vostra influenza e le prestazioni nei social media, allora la tattica dovrebbe essere quella di determinare qual’è il canale migliore per il vostro business e quali messaggi funzionano meglio per il vostro pubblico.
  2. Strategia e tattica sono i mezzi che lavorano insieme per un unico fine. Se la strategia è quella di aumentare la massa muscolare, una componente chiave della strategia potrebbe essere quella di decidere il tipo di allenamento (es. crossfit) e il tipo di dieta (es. dieta a zona). La vostra tattica sarebbe determinata dal tipo di esercizi da fare e come abbinarli, quali alimenti comprare e come impostare un piano nutrizionale, i gorni in cui allenarsi con i pesi, fare cardio e quelli in cui riposare, e così via. (Ogni tanto degenero verso le mie passioni)
  3. Strategia e tattica devono sempre essere allineate. Punto spinoso. Si potrebbe essere davvero innamorati di un particolare iniziativa (cioè di una tattica), ma vale la pena perseguirla solo se si allinea con la strategia a lungo termine dell’azienda. La vostra strategia dovrebbe guidare ogni tattica che decidete di mettere in campo.

Monitorare lo stato d’avanzamento di Strategia e Tattica

Come esempio usiamo un tema d’attualità, diciamo quindi che la missione della nostra organizzazione è quello di ridurre il livello globale di emissioni di carbonio. La strategia è quindi quella di ridurre le emissioni di carbonio in una certa area, di una certa percentuale. Un obiettivo potrebbe essere quello di educare le persone sulle opzioni a loro disposizione in materia di energie rinnovabili. Da lì si potrebbe decidere una tattica particolare da utilizzare quale ad esempio una campagna di marketing attraverso spot televisivi. Poi si dovrebbe tenere traccia delle risorse (finanziarie e umane) necessarie per questa tattica e iniziare il controllo dei vari elementi come l’assunzione di un produttore, la scrittura del copione, la riprese delle scene, l’editing del video e così via.

Come misurare una strategia

Gli indicatori chiave di prestazione (KPI) sono le misure sono più orientate alla valutazione della vostra strategia. Se la vostra strategia sta avendo successo, vuol dire che state facendo progressi verso la mission aziendale.

Seguendo l’esempio precedente, se il tuo obiettivo (strategico) è quello di avere più persone che utilizzano le energie rinnovabili in una certa area, basta monitorare il numero di persone che utilizzano energie rinnovabili in quell’area. Qui abbiamo banalizzato per rendere comprensibile il tutto ma non sempre trovare i KPI è così semplice e immediato. A seconda dei risultati che si stanno avendo si potrebbe cambiare tattica e iniziare a misurare quanto successo la campagna di marketing (ovvero la tattica) sta avendo, o il numero di interazioni generate dal tema in questione. Questo non cambia la vostra strategia, determina solo un nuovo percorso per avere successo.

Come misurare una tattica

Con le tattiche si verificano principalmente le fasi di pianificazione ed esecuzione e le componenti che mettiamo in campo. Le tattiche in genere hanno un inizio e una fine, determinate risorse assegnate e una serie di linee guida e elementi di azione che contribuiscono a realizzare la tattica. Viste nell’insieme le vostre tattiche vi daranno i passi concreti necessari per monitorare qualsiasi cosa relativa alla vostra strategia.

In sintesi

E’ più facile parlare di strategia e tattica come se fossero la stessa cosa essendo estremamente interconesse e legate tra di loro, ma i termini in realtà non possono essere intercambiati.

Ricordate che la vostra strategia dovrebbe essere coerente con la mission ed quindi è importante che tutti i membri dell’azienda la capiscano e la mettano in pratica. In questo modo le tattiche diventeranno davvero una parte fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi dell’azienda nel suo complesso.

P.S.

Sia che dobbiate elaborare una strategia, sia che dobbiate creare una tattica d’azione, un modo chiaro per vedere la vostra attività è quello di utilizzare il Business Model Canvas

“Per ottenere risultati che non hai mai ottenuto devi fare cose che non hai mai fatto”

Emanuele Giacomella on GoogleEmanuele Giacomella on LinkedinEmanuele Giacomella on Twitter
Emanuele Giacomella
Management Consultant
Dal 2008 mi dedico alle startup, sia innovative che tradizionali.
In quell'anno il mio primo progetto relativo al carsharing elettrico fu un flop pazzesco ma durante gli anni ho affinato le tecniche e al termine della laurea magistrale un progetto sulla realtà aumentata applicata al settore turistico mi ha dato grandi soddisfazioni, tanto che l'ho messo nero su bianco nella mia tesi.
Da allora ne ho sviluppate diverse e nei settori più disparati, dalle caffetterie fino alla "morte digitale", riportando successi clamorosi e fallimenti dolorosi.
Quello che ho imparato, in termini di business planning, marketing, management organizzativo e finanziamenti agevolati, durante questo breve cammino, lo utilizzo per aiutare aspiranti startupper e gli imprenditori che ragionano come tali.

Lascia un commento